Delucidazioni sulla chirurgia laparoscopica

Elenco consulti medici on-lineCategoria: Domande e RisposteDelucidazioni sulla chirurgia laparoscopica
Anonimo ha scritto 5 anni fa

Quali sono le caratteristiche principali della chirurgia laparoscopica?

1 Risposte
Dr. Domenico LaboniaDr. Domenico Labonia Staff ha risposto 5 anni fa

Mininvasività: l’intervento chirurgico, anziché essere effettuato attraverso l’incisione tradizionale della parete addominale, viene eseguito introducendo gli strumenti operatori attraverso fori di 0.5, 1, 1.2 cm. Il campo operatorio è ricavato grazie all’introduzione in addome di anidride carbonica, che allontana la parete addominale dai visceri e dalla magnificazione (ingrandimento) delle strutture anatomiche, ottenuta mediante una telecamera a fibre ottiche. Il dolore postoperatorio e la durata della degenza ospedaliera subiscono pertanto una notevole riduzione con possibilità di ritornare precocemente alle proprie attività ordinarie. Sicuramente il successo di questo tipo di chirurgia, presso l’opinione pubblica, deriva dall’indubbio vantaggio estetico che essa comporta. Personalmente non ritengo che sia un aspetto superficiale, in quanto una cicatrice vistosa si associa spesso a un considerevole disagio psicologico del paziente, che vede comunque alterata la propria integrità fisica. Inoltre le incisioni tradizionali presentano un rischio a distanza di laparocele (ernia su incisione), a prescindere dall’accuratezza dell’equipe chirurgica nel suturare la parete addominale. La laparoscopia costituisce, ormai da decenni, il gold standard (metodica migliore) per l’esecuzione di molti interventi, uno su tutti la colecistectomia. Tuttavia è bene ricordare che la laparoscopia è un mezzo e non un fine: in primo luogo è necessario portare a termine l’atto operatorio in modo adeguato e sicuro; pertanto la conversione in intervento laparotomico (con incisione tradizionale) di un intervento programmato come laparoscopico non deve essere considerata una sconfitta per l’operatore né essere vissuta con connotazione antiscientifica dal paziente, come ad esempio la sfortuna, né deve essere argomento di interesse medico-legale.